Email Agenzia delle Entrate: attenzione alle truffe online

Circolano da tempo, ma ultimamente con più frequenza, le finte email Agenzia delle Entrate, che simulano le reali comunicazioni, ma che in realtà sono delle truffe. Lo Sportello dei Diritti invita a prestare la massima attenzione.

Truffa Email Agenzia delle Entrate e sicurezza online

La truffa delle email Agenzia delle Entrate

L’ultima email Agenzia delle Entrate contiene in allegato un modulo F24 che contiene un virus informatico molto pericoloso. Se l’allegato viene aperto il virus si installa sul pc e le conseguenze possono essere decisamente gravi, perché questo malware, evoluzione di quello Zeus/Panda, è in grado di recuperare dati personali, tra cui password email, compresa quella di posta certificata, e quelle dei servizi bancari.

Il funzionamento è sempre lo stesso: si tratta di piccoli software che si installano e partono automaticamente ad ogni avvio del sistema, senza che l’utente se ne renda conto, e che permettono, tramite controllo a distanza, di muoversi liberamente nel sistema e in esso recuperare le informazioni desiderate.

Email Agenzia delle Entrate e sicurezza online

L’allerta sulle email Agenzia delle Entrate

Il Commissariato di PS On Line – Italia ha lanciato l’allarme sulle email Agenzia delle Entrate comunicando, tramite un post sulla pagina Facebook che “le attività di analisi informatica condotte dalla polizia sono state rese possibili attraverso una sofisticata tecnica di “reindirizzamento” del traffico malevolo, generato dai computer infetti e diretto verso i centri di controllo predisposti dagli autori del reato. Ciò è stato reso possibile grazie alla creazione di un’infrastruttura di rete, appositamente creata in tempi rapidissimi con la collaborazione della società italiana di sicurezza informatica TS Way“.

L’unica soluzione in questi casi è prestare la massima attenzione e questi messaggi che, molto spesso, sono facilmente riconoscibili da un italiano scadente, da una formattazione pessima o da altre evidenti anomalie. Di fronte ad un email di questo tipo l’unica scelta possibile è quella di cestinare il messaggio senza aprire, nemmeno per una breve consultazione, l’allegato in essa presente.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento