Un nuovo algoritmo di Google ricostruisce le foto pixellate come nei film

Zoomma… ora migliora‘ è una frase usata da molti sceneggiatori per rivelare una svolta nella trama di un film sfruttando la tecnologia utilizzata nella pellicola. Un sistema simile è stato utilizzato in una serie di film tra cui Blade Runner e Star Trek. Ma ora, Google ha messo a punto un metodo che porta questa nuova tecnologia nel mondo reale. I ricercatori specializzati in intelligenza artificiale hanno creato ora un sistema che può “migliorare” le immagini sgranate dei volti umani.

Ars Technica, il primo a commentare la questione, osserva che queste reti neurali non sono in grado di migliorare o di produrre l’immagine originale. La rete di condizionamento prende il via con un processo per la mappatura dell’immagine 8×8 contro altre immagini ad alta risoluzione.

E poi ridimensiona le immagini ad alta risoluzione per le stesse dimensioni 8×8 pixel al fine di trovare quelle caratteristiche che potrebbero corrispondere.La divisione di Big G che lavora agli algoritmi di intelligenza artificiale sta ancora lavorando ai dettagli.

Come funziona?

Il team di Google Brain ha sviluppato un sistema che è in grado di rendere i dettagli di una fonte di pixel. Il sistema, innanzitutto, “impara”, analizzando centinaia di migliaia di foto.

L’algoritmo dell’app combina due reti neurali: la prima detta condizionante,viene data in input un’immagine con bassa risoluzione (8×8 pixel) poi la rete cerca, tra tutte le immagini esaminate, quelle più somiglianti all’input.
Interviene poi la seconda rete neurale, chiamata principale, che aumenta la risoluzione dell’immagine di input, portandola a 32×32 pixel. Non solo aggiunge anche i pixel mancanti usando quelli inferiti dalle caratteristiche delle foto scelte dall’algoritmo condizionante.

Sembra fantascienza ma non lo è e ben presto questo sistema potrà essere utilizzato in molti settori anche se molti possono temere per la privacy, perché fa gola ai big della tecnologia social, Facebook in primis.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento