Calcio, Antonio Conte debutta nel Chelsea con una sconfitta

Prima amare in amichevole per Antonio Conte sulla panchina del Chelsea: londinesi battuti 2-0 dal Rapid Vienna ma hanno appena cominciato ad allenarsi

I Campionati Europei ormai sono solo un ricordo per Antonio Conte che si è gettato anima e corpo nella nuova avventura con il Chelsea senza praticamente nemmeno staccare la spina, anche se la prima assoluta in amichevole gli ha riservato una parziale amarezza. Il londinesi infatti sono stati battuti dal Rapid Vienna, che inaugurava il suo nuovo stadio, con un secco 2-0 senza mai essere troppo in partita anche se la vera differenza è stata fatta dalla preparazione. Conte infatti ha iniziato a lavorare con il Chelsea solo da qualche giorno e sta caricando i suoi giocatori di lavoro, mentre gli austriaci già sabato prossimo debutteranno in campionato e quindi sono molto più avanti a livello fisico e come intesa di gioco. Impossibile quindi fare paragoni, anche se la partita è comunque servita al tecnico italiano per farsi un’idea del gruppo a disposizione in attesa che arrivino i rinforzi attesi e richiesti al club.

Antonio Conte, primo bilancio sulla panchina del Chelsea

Alla fine del match di Vienna, Antonio Conte ha fatto un primo parziale bilancio della sua avventura, elogiando la grande disponibilità dimostrata fin da subito dai suoi ragazzi anche se c’è ancora molto da lavorare soprattutto sulla tattica e sul nuovo modulo. In realtà nella prima uscita l’allenatore ha lasciato da parte la difesa a 3, puntando su un inedito per lui 4-4-2 con Loftus-Cheek ad affiancare Diego Costa in avanti. Secondo Conte, che intanto sta lavorando per trattenere a Londra Cuadrado suo pallino anche quando allenava la Juventus, il Chelsea si porta ancora dietro paure della passata stagione e invece dovrebbe giocare più libera e soprattutto pensare di più alla fase offensiva.

Debutto positivo per Josè Mourinho al Manchester United

I ‘blues’ la passata stagione erano partiti con Josè Mourinho in panchina che ha fallito il suo compito finendo per essere esonerato. Ieri ha debuttato anche lui sulla panchina del Manchester United che invece ha battuto un’altra inglese il Wigan sempre in amichevole 2-0. Al gruppo devono ancora unirsi l’attesissimo Zlatan Ibrahimovic, ma anche Hazard, Kanté Batshuayi, Cahill e soprattutto Paul Pogba che tutti considerano ormai in dirittura d’arrivo, ma intanto i primi giorni di lavoro stanno cominciando a dare i loro frutti.

Commenti

Commenti

Lascia un Commento